Massaggio Thailandese

Massaggio Thailandese Galleria

Massaggio Thailandese, è considerato tra i più antichi metodi conosciuti per la terapia e la cura di alcune problematiche dovute alla errata postura come ad esempio i dolori muscolari lombari, quelli agli arti e la cervicalgia. Tramandato oralmente dai monaci buddisti per oltre due millenni, proprio a causa della mancata codifica scritta le sue origini continuano ad essere avvolte dal mistero. Esso combina i punti di pressione delle dita, che caratterizza la medicina tradizionale cinese, con quella di derivazione Ayurvedica, unendosi allo stretching assistito che è invece ispirato allo Yoga.

Massaggio Thailandese, le caratteristiche

Massaggio Thailandese, le caratteristiche

Massaggio Thailandese, sono in molti a riconoscere il suo evidente giovamento nel caso di dolori della muscolatura, sciatalgia, dolori della cervice e reumatismi. La concezione che ne è alla base, vede l’uomo come una somma dell’unione tra psiche e corpo e di conseguenza il massaggio agendo sul corpo, giova anche alla mente andando ad incidere sulle forme psicosomatiche che possono indurre malessere.

Il massaggio deve essere preceduto da una attenta disamina sulle reali necessità di chi si sottopone ad esso,che viene fatto sdraiare su un materasso o su un futon che è appoggiato in terra. Il massaggiatore, a questo punto, inizia la sua azione con il palmo della mano sul ventre dell’utente, al fine di armonizzare la stessa con il ritmo respiratorio. Quando è stato raggiunto uno stato ottimale di armonia, iniziano le pressioni delle dita e le altre operazioni che compongono il massaggio integrale, che sono di solito stiramenti, compressioni ed allungamenti, nel corso delle quali la posizione assunta dall’utente è quella che solitamente caratterizza lo Yoga. Non sono solo le dita ad agire, ma anche i gomiti, le ginocchia e i piedi, con un effetto a volte anche doloroso, che però alla fine sfocia in una sensazione di grande energia e vitalità.

Massaggio Thailandese

Massaggio Thailandese, una seduta di solito dura almeno un ora, anche se il periodo consigliato è di un ora e mezza. E’ consigliabile non solo alle persone che soffrono dei disturbi già descritti, ma anche ad atleti che svolgono discipline di tipo aerobico come ciclismo, corsa e calcio, in quanto può aiutare a diminuire i tempi di recupero lasciando al contempo il corpo estremamente rilassato. Non vi sono inoltre limiti di età a costituire una controindicazione.

A seconda della regione, online si possono trovare svariate offerte, come quella riguardante la zona di Venezia avanzata da Thaispa, di Varese con Imathai, di Forlimpopoli con Thaistudiomassage o Baansabai per la zona di Roma, con prezzi che di solito sono poco sopra i 100 euro a seduta.

Altri articoli simili
Discussione
blog comments powered by Disqus
Gli altri utenti stanno leggendo