I libri più belli

I libri più belli, la copertina di Moll Flanders Galleria

I libri più belli di sempre: fare una classifica di questo genere è una vera impresa e per ovvi motivi. A parte la vastità della materia, cui concorrono milioni e milioni di romanzi di cui ognuno di noi ha letto solo una minima parte, una graduatoria di questo genere non può che essere del tutto personale ed associata ai gusti del singolo lettore. Magari un appassionato della letteratura inglese dell’800 può trovare del tutto inadeguato quello che è considerato un vero capolavoro contemporaneo come “Il nome della rosa” di Umberto Eco, così come chi ama la letteratura a stelle e strisce contemporanea può trovare stucchevole un romanzo come “Jane Eyre”, con le sue atmosfere tipicamente vittoriane.

I libri più belli, una classifica difficile

I libri più belli, una classifica difficile

I libri più belli, una classifica di questo genere, non può che partire da alcuni grandi classici della letteratura mondiale, a partire da “La fiera delle vanità”, di William Makepeace Thackeray, nel quale vengono delineate due delle figure femminili più potenti della letteratura di ogni epoca, la cinica Becky Sharp e la suadente e remissiva Amelia Sedley, le cui vicende si snodano in una alta società le cui tare vengono denunciate con forza dal romanziere e che fa dell’ipocrisia un vero e proprio faro. Altro romanzo che non può assolutamente essere lasciato fuori da una classifica dei libri più belli, è “Moll Flanders” di Daniel Defoe, considerato una altissima denuncia del sistema capitalista fondato sulla compravendita delle merci, categoria nella quale lo scrittore sembra calare anche i comportamenti umani, come accade per ogni mossa della protagonista del romanzo. Oltre ai grandi classici dei secoli passati, vi sono però alcune pietre miliari della letteratura del Novecento che vanno attentamente considerati in una eventuale classifica. A partire dal “Ciclo della Fondazione” di Isaac Asimov, forse il più importante scrittore di fantascienza del secolo, il quale immagina una Terra destinata ad una serie di crisi terribili in vista delle quali uno scienziato, Hari Seldon, inventa una comunità destinata ad accorciare il periodo di anarchia. Il tutto, in un clima abbastanza asettico e senza grandi battaglie spaziali, che riesce però ad avvincere il lettore pagina dopo pagina. Per quanto concerne la letteratura italiana, sembra impossibile dimenticare un libro come “La storia” di Elsa Morante, ennesima grande prova di una autrice che aveva già incantato i suoi ammiratori con “L’isola di Arturo” e nel quale la scrittrice delinea un affresco corale degli eventi che avevano caratterizzato Roma tra la fine della guerra e l’inizio della ricostruzione, portato avanti con un linguaggio crudo e poetico al contempo che ha fatto di questo romanzo un vero caso editoriale.

I libri più belli, dove trovarli online

I libri più belli, la classifica dovrebbe includere molti altri titoli, a partire da “I miserabili” di Victor Hugo, “Sostiene Pereira” di Antonio Tabucchi, “Il dottor Zivago” di Boris Pasternak, “1984” di Gorge Orwell, “Fahrenheit 451” di Ray Bradbury, “Le correzioni” di Jonhatan Franzen, “Pastorale americana” di Philip Roth e “Cristo si è fermato ad Eboli” di Carlo Levi, solo per citarne alcuni. Chi vuole leggere questi e molti altri bellissimi romanzi, può trovarli anche online ove sono venduti a prezzi molto convenienti da shop come Ibs, InMondadori, Feltrinelli e Amazon. Si tratta di vetrine ove gli appassionati di letteratura, possono fare la loro scelta in un elenco di titoli praticamente sterminato e nelle più varie edizioni delle maggiori case editrici, anche originali, e che ai libri uniscono anche la vendita di dvd cinematografici e cd musicali. Il tutto a prezzi che non temono confronti.

Foto: plusbellemalife.blogspot.it, noticias.lainformacion.com

Altri articoli simili
Discussione
blog comments powered by Disqus
Gli altri utenti stanno leggendo