Bulthaup

Bulthaup Galleria

Bulthaup cucine è nata nel 1949, quando Martin Bulthaup comprò una segheria e fondò una fabbrica di mobili a Bodenkirchen, in Baviera, nella zona sottostante alle Alpi. La produzione iniziò nel 1951, con credenze da cucina costruite rispettando severi standard qualitativi, sotto il profilo della lavorazione e dei materiali impiegati, che iniziarono ad essere commercializzate anche fuori dai confini regionali. L'operato del fondatore, esplicato mediante una serie di azzeccate mosse commerciali e scelte produttive al passo coi tempi, riuscì a portare ben presto l'azienda ad essere un nome di estremo rilievo nel settore delle cucine e a permetterle di acquisire importanti fette di mercato. Un operato che sarà poi consolidato dal figlio Gerd, il quale immetterà nell'azienda l'amore per il Bauhaus e per il grande design applicato alle cucine e capace di uscire dallo spazio temporale. Da questo momento Bulthaup diverrà un leader del mercato e un marchio sinonimo di altissima qualità progettuale.

Bulthaup, le caratteristiche

Bulthaup, le caratteristiche

Una tappa fondamentale in questa storia è il 1980, quando inizia la collaborazione con Otl Aicher, il padre del concetto di Corporate Identity e figura di spicco nella storia del '900 che, negli anni '70 aveva partecipato alla costruzione delle strutture per le Olimpiadi di Monaco del 1974. La sua concezione della cucina è espresso nello studio "La cucina per cucinare", nella quale il designer propone coerenza in tema di funzionalità e materiali, propugnando la comunicazione come forma espressiva dell'arte di cucinare, con la parola "Ergonomia" che diventa la chiave di volta per la costruzione di sistemi per la stessa. La summa di questa concezione è la stazione di lavoro Bulthaup, lanciata nel 1988, considerata una vera e propria pietra miliare del comparto. Naturalmente, molti altri sono i modelli che hanno costruito la reputazione internazionale del marchio tedesco, tutti contrassegnati da una altissima qualità, a partire dalla B3, un modello straordinario dalle fattezze avveniristiche che è considerato uno dei più eccezionali prodotti del settore. O come il sistema B2, elaborato dallo studio EOOS di Vienna, che rappresenta una evoluzione della cucina aperta, pensata per i pionieri di un nuovo modo di abitare la casa. Per questo, non è azzardato parlare del marchio tedesco come di un vero e proprio gigante nel settore dei sistemi da cucina.

Bulthaup, dove trovare online

Date le premesse, si può capire come le cucine prodotte da Bulthaup possano raggiungere a volte prezzi astronomici, anche se esistono modelli più alla portata di chi non possiede mezzi finanziari illimitati. Girando sulla rete, ci si può imbattere in alcuni rivenditori che offrono i modelli della casa tedesca, come Mobilidesignoccasioni, che vende la celebre B3 a prezzi varianti da 85mila, con isola, a 47500 euro, mentre il modello Sistem 25 è offerto a 6750 euro. Per avere una idea più esaustiva dell’azienda, si consiglia comunque di visitare il sito istituzionale, dalla grafica minimale e di stampo razionalista, contrassegnato da una elevata facilità di navigazione e nel quale è possibile trovare la storia, i modelli e le informazioni necessarie per comprendere la filosofia del brand tedesco.

Altri articoli simili
Discussione
blog comments powered by Disqus
Gli altri utenti stanno leggendo