Scopri come fare una ricostruzione unghie

Ricostruzione unghie: acrilico dipinto con french obliquo bicolore. Galleria

La ricerca di ricostruzione unghie è una pratica perseguita da moltissime ragazze e donne amanti dei trattamenti estetici; difatti è un trattamento molto sfruttato ed amato, che permette di modificare l'aspetto delle proprie unghie sia per diletto che per motivi più legati ad un'insicurezza dovuta a problematiche come onicofagia o sfaldamento della lunghezza. Qualunque sia il motivo, piace alle donne perché non ha nulla in comune con l'applicazione di un'unghia finta ma, trattandosi di un prolungamento che parte della base o da metà unghia, rende un effetto molto curato e naturale, sano. Le tecniche sono varie, ma si distinguono principalmente in tecnica con acrilico e tecnica in gel: la prima, più antica, risale sfrutta la polimerizzazione di una polvere acrilica e solidifica all'aria. La tecnica in gel è adatta alle meno esperte, sfrutta una sostanza gelatinosa che asciuga in specifiche lampade a raggio ultravioletti.

Ricostruzione unghie: semplice ma efficace

Ricostruzione unghie: semplice ma efficace

La maggioranza delle donne preferisce utilizzare la tecnica del gel, anche per potersi sbizzarrire nel farlo da sole in casa. E' importante la preparazione iniziale dell'unghia, che va limata, tagliata e liberata dalle cuticole. Si applica su di essa una clip, cioè un'unghia sintetica di materiale abbastanza resistente fino alla base, incollata e asciugata sotto i raggi della lampada. Dopodiché si procede nell'applicare lo smalto e il gel che può essere colorato, glitterato, luminescente. Si modella l'arco dell'unghia con la lima, scegliendone lunghezza e forma: si spazia dallo squadrato con french manicure, alle lunghezze extra un po' appuntite, o alle arrotondate non troppo esagerate. Ovviamente al completamento della limatura, si potrà ben dire che la propria ricostruzione è andata a buon fine. Dura circa un mese o poco meno, spesso dipende soggettivamente da quanto tempo impiega l'unghia naturale a crescere. Per evitare di mantenere a vista il dislivello tra l'unghia e la clip, è lecito tornare ogni tre settimane a farsi aggiustare la lunghezza.

Ricostruzione unghie: acquisti per il fai da te

Ormai sono davvero poche le donne che rinuncerebbero all'aspetto curato e trendy delle unghie ricostruite, dunque se si vuole far pratica e magari cominciare un'attività con questa tecnica di beauty, è necessario premunirsi dei materiali. Fanno parte di un'insieme di attrezzature indispensabili alla realizzazione delle ricostruzioni, composto da lampada a raggi UV di minimo 36 Watt, i vari gel, preparatori e colorati, i disinfettanti, le lime, il primer aderente. Tutti insieme questi oggetti hanno un costo medio elevato, ma la loro durata è garantita nel tempo così come la professionalità del lavoro ed il divertimento assicurato. Non resta che divertirsi ad osservare tanti esempi di ricostruzione unghie e provare ad emularle!

Foto: esteticakos.it, trucchibellezza.it

Altri articoli simili
Discussione
blog comments powered by Disqus
Gli altri utenti stanno leggendo