Hipster

Hipster, la nuova tendenza urbana Galleria

Hipster, è uno stile nato negli anni ’40 e caratterizzato da una vocazione al cambiamento che ha fatto dei suoi aderenti dei veri e propri camaleonti. Le ultime notizie, che però potrebbero già essere un retaggio del passato, li descrivono come ragazzi ipertecnologici, nemici della cultura di massa e caratterizzati da un look nerd. Come si sarà già capito, siamo nel campo dell’anticonformismo spinto alle estreme conseguenze che però diventano abbastanza prevedibili, come la preferenza per tutto ciò che è indie, nella musica come nel cinema e il rifiuto dei canoni in voga nella cultura a stelle e strisce. L’ultimo hipsterismo, ha avuto vita all’inizio del nuovo millennio a New York, nel quartiere di Williamsburg, diffondendosi presto nel resto del mondo. Quello anticonformista, naturalmente.

Hipster, le caratteristiche del movimento

Hipster, le caratteristiche del movimento

In origine, gli Hipster erano ragazzi bianchi che adoravano e riprendevano tutto ciò che riguardava il mondo del jazz. Oggi, sono altra cosa, a partire dall’abbigliamento, con una predilezione per lo skinny, il pantalone strettissimo a sigaretta, con la vita all’ombelico e aderentissimo al polpaccio. Altri must del perfetto hipster sono l’occhialone big size di gusto vintage, i mocassini lucidi (in alternativa possono essere perdonate le stringate), e le camicie da abbottonare come se fossero una uniforme militare. La loro indipendenza di pensiero si spinge sino al rifiuto di ogni appartenenza politica e pur non disdegnando la massa, cercano di distinguersi da essa. Il loro sogno è il concerto di una rock band conosciuta solo da pochi intimi e della quale favorire il successo, salvo ripudiarla quando lo stesso è arrivato, e la compagnia si è fatta troppo numerosa. Per quanto concerne l’aspetto, per i maschi è obbligatorio lo sfoggio di un paio di baffi, ma non troppo vistosi, in stile anni ’80, mentre le ragazze prediligono i capelli spettinati e poco curati, ma solo all’apparenza. Anche le scarpe debbono sottostare a regole precise, ed essere minimal e con la suola ultrapiatta. Pur detestando la cultura americana, amano le Toms, in quanto condividono la politica del marchio tesa a regalare un paio di scarpe ai bambini del terzo mondo per ogni paio acquistato.

Hipster, l'icona è Johnny Depp

Hipster è uno stile tipicamente urbano, presente nelle grandi metropoli occidentali come New York, Milano, Londra, Berlino e non solo. Definirlo una moda potrebbe essere offensivo per gli aderenti, in considerazione del fatto che uno tra i loro dogmi è il rifiuto di tutto ciò che suona come tendenza. Se dal punto di vista culturale, il loro cuore batte per tutto ciò che è indipendente, la loro icona cinematografica è Johnny Depp, una predilezione che è sostanziata dall’aria perennemente svagata che distingue l’attore americano e il camaleontismo che sembra caratterizzarne non solo la carriera, ma anche lo stile. Forse demodè, ma al contempo trendy. Come loro, del resto. Foto: bonsai.tv, theberry.com

Altri articoli simili
Discussione
blog comments powered by Disqus
Gli altri utenti stanno leggendo
Prodotti scelti dagli altri utenti
Ver todos en Moda ›