I cinque errori più comuni commessi dalle piccole imprese del Web

Sul famosissimo portale dedicato al mondo internet ed ai social network, Mashable, siamo venuti a conoscenza dei cinque errori più frequentemente commessi dalle piccole imprese, che si apprestano a realizzare una campagna marketing mediante facebook.

Semplice emissione piuttosto che il dialogo

Il più classico degli errori. Il negozio tende sempre a raccontare tutto ciò che riguarda la propria attività, senza però rispondere ai commenti dei clienti. Il dialogo è la componente fondamentale della relazione tra gli utenti e l'impresa e viene spesso ignorato.

Sprecare il tempo

Molte persone credono che basta automatizzare i messaggi da postare sui social network, per non perdere troppo tempo nella gestione di Facebook e Twitter. Molto spesso queste applicazioni non funzionano al 100% e Facebook permette ai suoi utenti di filtrare i messaggi automatizzati in modo molto semplice. Le comunicazioni in questo modo non raggiungono il target desiderato.

Non annoiare i tuoi fan

La base per mantenere l'attenzione dei propri fan è la condivisione di informazioni interessanti, se non sorprendenti e sbalorditive. I tuoi fan non vogliono solo leggere barzellette e frasi divertenti, ma vogliono vedere video, foto e vogliono essere invitati ad eventi. Insomma, vogliono ottenere tutto ciò che è permesso su Facebook.

Non conoscere le particolarità di Facebook

Molto spesso l'addetto al social marketing pensa di poter promuovere il profilo dell'impresa come quello personale. In realtà su Facebook sono presenti degli strumenti fondamentali, come Google Insights, per conoscere l'andamento della promozione della pagina. La conoscenza degli strumenti messi a disposizione dai social network è di fondamentale importanza per il successo della campagna.

Violare le condizioni d'uso

Azioni come creare un profilo personale per l'impresa, invece di una pagina, etichettare le persone senza permesso nelle foto ed altre azioni scorrette, possono comportare problemi notevoli con il passare del tempo. Infatti, oltre a violare i termini d'uso della community, si può anche invogliare gli utenti a creare una pagina contro l'impresa, piuttosto che diventare fan della stessa.

Altri articoli simili
Discussione
blog comments powered by Disqus
Gli altri utenti stanno leggendo