Saldi 2012: quando e come comprare?

Saldi 2012: quando e come comprare? Galleria


Saldi Invernali 2012: solo 2 giorni all'inizio ufficiale nei negozi tradizionali.
Nella stagione dei saldi di apre una vera e propria caccia al tesoro. Il dubbio amletico è sempre lo stesso: approfittare dei primi saldi, per avere più scelta ma a prezzo maggiore, o aspettare i secondi o i terzi saldi per comprare a -70% ma con scelta decisamente minore? Durante i saldi trovare il proprio capo preferito nei centri commerciali affollati può essere un'impresa. A me personalmente piace girare per ore alla ricerca di vestiti e abbinamenti perfetti: ma non è più necessariamente divertente se ogni volta non si trova o la taglia o il colore di cui si ha bisogno. E durante i saldi, purtroppo, è spesso così. Si trovano un sacco di offerte, a volte particolarmente buone, ma poi trovare la propria taglia è un'impresa. Oppure la si trova, ma, con tutta la scelta originaria, si finisce per doversi accontentare di un cappello viola fosforescente. Più segnaletico che fashion.

Con la crisi di cui si parla già da qualche anno, sembra che lo shopping sfrenato stia passando in secondo piano per molti.
Sembra che quest'anno i saldi perderanno un poco del loro fascino, principalmente appunto per problemi di budget. Lo segnala la stampa in un articolo di qualche giorno fa (clicca qui per leggerlo). In compenso, sembra andare alla grande lo shopping online. Le fonti più aggiornate hanno attestato che buona parte dello shopping natalizio è stato fatto online...e lo stesso è prevedibile per la stagione dei saldi 2012, che si aprirà a breve.
Saldi Via Montenapoleone
Anzi, “a brevissimo”: già a partire dal 5 gennaio, quest'anno i negozi verranno presi d'assalto dai professionisti dello shopping ribassato. La febbre dei saldi non risparmierà neanche il 2012, nonostante la prevista flessione degli acquisti.

Ma come capire se quello che si sta per comprare è davvero scontato? In passato ci sono stati diversi casi di presunte truffe legate alla stagione dei saldi. Prodotti ribassati il cui prezzo veniva alzato ad hoc pochi giorni prima dell'apertura ufficiale dei saldi. Contro questi casi, purtroppo, il consumatore non può difendersi. Ma ci sono un paio di dritte che si possono seguire per evitare di farsi travolgere dal fascino dei saldi.

Innanzitutto, l'eterna regola d'ora: controllare l'etichetta. Non fidarsi di chi dice che un capo è scontato ma non riporta il prezzo originale. Sull'etichetta, nella stagione dei saldi devono essere riportati il prezzo originario, la percentuale di sconto e il prezzo ribassato.
Shopping Saldi 2012
Altra regola importante: nei negozi tradizionali, diffidare degli sconti superiori al 60%. Si tratta di una percentuale di sconto normale per il web, e per il social shopping in particolare: ma i negozi tradizionali non possono reggerla per loro propria natura. Uno sconto del 70%, in un negozio tradizionale, può nascondere brutte sorprese.

Unica eccezione: i marchi di fast fashion, e nello specifico quei marchi che fanno del prezzo basso una delle caratteristiche fondamentali della loro immagine. Gli sconti H&M o Zara al 70%, ad esempio, sono sicuri – così come, come detto, gli sconti online.

Altri dettagli a cui prestare attenzione: se si trovano solo pochi esemplari di un capo, o addirittura solo uno, è possibile che si tratti di un capo difettato. Ricorda che i negozianti hanno tutto il diritto di non accettare il cambio o il rimborso per motivi non legati al capo stesso, ma sono obbligati per legge a garantire il cambio in caso di capo difettato.

Assicurarsi anche che i capi siano della collezione passata, e non, per dire, di due inverni fa. Niente contro le rimanenze di magazzino, che sono, dopotutto, un modo fantastico ed economico per comprare la grande moda a prezzi scontati: ma lo sconto sulla collezione 2010 dovrebbe essere maggiore che quello sulla moda 2011.

Per il resto, l'importante è affidarsi al proprio intuito. E non tornare due volte nel negozio dove hai già fatto acquisti...potresti scoprire che hanno messo al 70% la maglia che tu hai comprato al 40%. E che sì, avevano ancora la tua taglia.

Foto: Wikipedia e Wikipedia/Web Design Hot

Altri articoli simili
Discussione
blog comments powered by Disqus
Gli altri utenti stanno leggendo